Uno per tutti, tutti per uno

i-tre-moschettieri

Athos, Porthos e Aramis (I tre moschettieri di Alexander Dumas) a cui si aggiunge d’Artagnan col motto “Uno per tutti, tutti per uno”, la formula per eccellenza dell’amicizia che è impegno reciproco senza chiedere nulla in cambio. Un’amicizia così sarebbe stata il mio sogno, mai trovata. Forse perché sono troppo egoista, forse perché mi spaventa l’impegno, mi spaventa la responsabilità di avere qualcuno da amare, perché se hai qualcuno da amare, da volere bene, poi pensi … se ha bisogno, se si ammala, se mi chiede soldi che faccio? Saprò affrontare il cattivo tempo come il buono? Quindi siccome non so se saprò affrontare il brutto tempo, non ho l’amicizia, perché mica la posso tenere come una mia comodità, solo quando le cose vanno lisce. Ragazzi io tengo famiglia e già questa vuole molta responsabilità, non ho posto per l’amicizia, perché credeteci o no l’amicizia è come un matrimonio, la si deve seminare, coltivare, annaffiare, come tutto ciò che è prezioso vuole un mucchio di energia e di impegno. Ma nonostante ciò che ho scritto state certi che prima o poi riuscirò a farmi non uno ma cento tesori di amici.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>