Una giornata da lupi toscani..emozione tra le onde per il ritorno di ROSSOAZZURRA

L’aspettavo da tempo un emozione forte per uscire dal torpore autunnale, deleterio per chi scrive non riuscire a trovare un riferimento da scuotere,una luce che illumini la mente e la tastiera.Durante il riposo della notte una fatina dagli occhi turchini ha tolto dal giornale una vela strappata issandone una nuova bianca splendente con un cuore grande illuminato da un raggio di sole.Non basta la cronaca per tenere sveglia e pronta l’attenzione del cronista da coinvolgere il lettore…l’uno e gli altri non sono che uno spartito o un bianco rigo musicale senza quell’armonia che unisce che non scaturisce solo dalla cronaca…è il cuore l’animatore del giornalista…il motore del giornale…i caratteri cuoricini per il lettore.Se il giornalista si ferma, non scrive e ha il cuore di ghiaccio che solo le emozioni sanno sciogliere il brutto nodo del blocco.Per un giornale come il nostro, impegnato nella ricerca del bello e del buono che una cultura sbagliata circoscrive esclusivamente nel piacere,è obbligatorio fermarsi ed aspettare il ritorno del sole,che ogni essere umano possiede nel diaframma tra il corpo e l’anima.Il prorio cuore,palco invisibile con i vari leggii e i propri strumenti a disposizione della mente, della ratio,e una bacchetta che dirige magicamente il corpo:il Maestro la nostra anima,con i sensori del corpo raccoglie emozioni sparse nell’aria.Ieri un amico mi ha regalato una bottiglia di vino, ORA, il suo nome, un pezzo del santo norcese uscito delle botti eccellenti di San Patrignano…un bel regalo per riscaldare la giornata di lupi toscani..una mezza emozione ritornare tra le onde il 20 Novembre…ma l’emozione più grande..la scoperta che aspettavo da anni..un cuore grande che ha riconsegnato IL VELIERO ai lettori…da oggi ancora insieme…lasciamoci andare tra le braccia del bello e del buono…il Bene che piace agli angeli…al mondo e a Francesco di Assisi. Chiedo scusa per questa troppo lunga assenza…non riuscivo  a trovare il nesso…l’ho ritrovato nel cuore.

Fiorello Paci

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>