UNA DOMANDINA AI GESTORI DEL WEB…quanto tempo rimarrà in piedi il senza fili ?

PREMESSO CHE MERITATE TANTA GRATITUDINE,per la vostra capacità di cambiare il mondo in modo incruento, in maniera dolce, meritereste quasi un applauso.Voglio solo evitarvi di non essere paragonati alla vipera o al coccodrillo che sbrana e  poi piagnucola per digerire meglio la vittima. Vorrei esprimerlo in modo critico, da essere comprensibile a tutti, educatamente in serenità di spirito ma soprattutto sgombrando la mente dai luoghi comuni. La ricorrente che avete tolto il desiderio di leggere, di approfondire, di entrare sulla notizia prima della stampa su carta. Secondo me è falso attribuirvi una colpa controdittoriamente alla realtà e al comportamento dei giornali che vivono seguendovi come il cacciatore alla lepre. Non c’è giornale di una certa importanza che non sia collegato con le reti:ci sono giornalisti che si occupano solo di Web addetti al pescaggio di notizie. Il problema è diverso:i giornali si sono allontanati dalla strada, hanno smarrito il rapporto con i consumatori, abbandonandoli sulla strada lasciandoli da soli con il loro tablet e gli altri strumenti di aggiornamento. Si cercano solo fenomeni miracolistici in quanto i miracoli sono diventati rarissimi: il Cristo e e suoi discepoli del miracolo non ne facevano un sistema per attirare proseliti. Era il criterio missionario impostato esclusivamente sulla Fede evidentemente scomparsa sostituita con una presenza nel sociale: un mezzo fallimento senza il contributo della Fede. La calcolatrice utile e indispensabile nell’impresa,per il suo obbiettivo di conquista. Il cristianesimo è amore, non è conquista.Bisogna avere il coraggio di riconoscere gli errori commessi con l’umiltà di correggerli evitando la strategia filosofica del mondo da non ripeterli. Sono entusiasta della scelta compiuta dalla Chiesa, attraverso con il proprio collegio cardinalizio.L’importanza di cambiare il criterio missionario eleggendo on il nuovo successore di Pietro, Papa Francesco gesuita ed ex allievo salesiano a Buenos. Un vitigno degli stessi colli piemontesi. Questo il grande miracolo nella Chiesa assieme al consapevole passaggio di testimone di Papa Benedetto XVI°. E’ un momento favorevole per la Chiesa di Cristo, con un ritorno alla Fede e alla forza dello Spirito Santo. Torneranno anche i miracoli di guarigione se riusciranno a capirlo i vari Pastori assieme ai laici. Il Vescovo di Roma sta sgombrando l’aia dalla pula. Ai gestori del Web vorrei solo chiedere quanto espresso nel titolo: quanto  potrà proseguire il cammino attuale di comunicazione? Ricordo solo che circa due anni fa a Londra un guasto ai terminali ha provocato il blocco ai suoi aeroporti.Poche ore. Ci sta. Ogni tanto si parla di saturazione satellitare: speriamo mai. Stanno lavorando notte e giorno le industrie italiane di cavi oceanici indistruttibili pronti per il passaggio dal satellitare all’oceanico. E’ sperabile: la speranza  è mia moglie. Vivo e semino speranza ogni istante della mia giornata e vivo come giornalista sulla strada: vedo tanta gente, troppi ragazzi che camminano con il loro amore tra le mani, il loro mondo, a casa a scuola, al ristorante in chiesa, sotto le coperta: queste non le ho viste, di notte dormo e sono ancora da solo e in questo mese l’anagrafe me ne attribuisce 85. Gli amici si raccomandano di non dirlo, potrebbero non capirmi. Mi chiedo solo potentissimi e e ricchissimi padroni delle reti.Non sarebbe il caso di far sapere di stare + calmi, è avveduti sull’uso dei vari strumenti di comunicazione, avvertendo che non c’è nulla di eterno e indistruttibile su questa terra tra spazio e tempo. Credo sulla vostra intelligenza  ampiamente dimostrata e sul vostro amore per i vostri amici…a me piacerebbe dirigere un vostro giornale di carta che cerca, vuole solo il bello e il bene…rossoazzurra.it potrebbe diventare una vostra bandiera…buona Domenica dall’Italia…c iao fb…ciao google…vivere è bello.    fiorello paci  

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>