Un incontro con l’On.Tiziano Arlotti…a chiusura del cerchio LAVORO GIOVANI…E’ POSSIBILE !

…C’E’ SOLO DA RIMBOCCARSI LE MANICHE & cominciare a risolvere per realizzare un’ iniziativa che oltre ai giovani può riaccendere la speranza ai cinquantenni che l’hanno smarrita. Quest’iniziativa mi aveva preso il cuore  per i miei ruoli vicino ai giovani negli anni più belli sia nella scuola che nel professionale. Ho svolto lavori difficili da organizzare reimpostare giorno per giorno con un editore multinazionale e come imprenditore scontrandomi con lo strapotere dell’impresa farmaceutica. Mi piace tutto ciò che richiede il bisogno del consumatore da poter entrare tempestivamente sul mercato e gli strumenti per conquistarlo e mantenerlo. Un aggiornamento continuo tenendo conto qualità prezzo e criterio di acquisto. Ho accennato l’idea a persone interessate sia per la loro missione o per la loro specifica operatività associativa trovando adesioni o sorpresa. L’aspetto che mi ha maggiormente disgustato quel senso di torpore, apatia,indifferenza rovesciando tutto sulla crisi: Il Ministero della crisi. La voglia di lavorare tra i giovani,in parte  è stata imbottigliata  in titoli di studio distanti dal lavoro, dalla scarsa professionalità e in parte giustificabile  da balzelli che strozzano il desiderio di tentare un lavoro.Spazi di mercato ancora ci sono: sia nell’innovativo che nel criterio del’offerta. Il tipo di lavoro parte dove si ferma l’offerta on line: a parità di prezzo con una maggior consapevolezza dell’acquisto e la diversità sostanziale per l’acquisto. E’ l’incontro con la politica e l’attenzione del legislatore che ha allargato la possibilità della realizzazione di un progetto capace di riportare serenità nelle famiglie. La mancanza di lavoro smarrisce o addormenta un fuori campo giustificato dalla crisi.Importantissimo trovare soluzioni: il Meeting recente e la partecipazione al convegno delle Acli sono stati ottimi contributi per ripartire. Il legislatore Tiziano Arlotti, sindacalista e operativo  si è entusiasmato all’idea di un lavoro per giovani o disoccupati attingendo a leggi recenti per fruire delle varie opportunità. Indiscussa la competenza e la sua vocazione di stare a fianco di chi lavora: molto legato al territorio, ai problemi. Ha partecipato in Commissione all’approvazione di una legge che favorisse redditi inferiori a 40000 euro: c’è riuscito. Ha anche proposto in Aula una leggina per rivedere i compensi di mansione raggelando i colleghi. Arrivato in Parlamento dopo il taglio del vitalizio fruirà del trattamento per le sue prestazioni e beneficerà dei contributi INPS .Secondo me occorre un maggior senso di rispetto tra la strada e le Istituzioni e una attenzione più oculata da parte delle Istituzioni verso la strada. Troppe sedie  da riscaldare. Mi ha fatto piacere osservare  nella sede del PD dei giovani discutere, proporre, cercare nuovi sentieri per soluzioni: non ho notato stanchezza o rassegnazione. Con l’On. Arlotti ci siam parlati in modo schietto e ho notato un’ espressione di gioa quando ha visto il mio entusiasmo per l’attaccamento agli Appennini. “Stiamo approntando una legge per i comuni montani…sono alla canna “. Ha dato delle indicazioni importantissime per il lavoro giovani :son riuscito anche ad assicurarmi il suo interessamento fino alla realizzazione.Ovviamente nel contesto più appropriato: lo applicheremo con le associazioni  appropriate alla soluzione. Non le cito ma ci siamo già conosciuti  nella 2 Giorni delle Acli. Al parlamentare riminese ho chiesto cosa l’avesse maggiormente colpito entrando in Parlamento:” Il potere”. Alla domanda che cosa ammira maggiormente di una persona..” La sincerità”. Il sentiero preferito: “Capacità di ascoltare e prudenza”. Un giudizio sul Sindacato: “i miei 13 anni con la Cisl, una palestra di vita.” …Tiziano Arlotti trova il tempo di andar in zir per la Romagna…con Telerimini…questa volta non mi scappa. Un incontro positivo: un parlamentare al peperoncino di Romagna.Un PD dal profumo fanfaniano della prima ora.                           Fiorello Paci   

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>