SI’ O NO O BOH

SI' O NO

di PAOLA TASSINARI                                                   Como è in subbuglio e contro al suo sindaco, una raccolta di firme fra la popolazione, è iniziata con questo il titolo: “Egregio sindaco di Como, la solidarietà non si multa”. E’ lo slogan scelto dalla sezione di Como della Sinistra Italiana per chiedere, attraverso un ricorso da presentare al Presidente della Repubblica, l’annullamento dell’ordinanza anti-accattonaggio disposta nei giorni scorsi dal sindaco di Como. I titoli dei quotidiani più o meno erano questi… niente latte caldo ai clochard, niente colazione ai diseredati. E certo il sindaco parrebbe fare una brutta figura se… se non si sapesse che chi fa il barbone come scelta di vita o come catastrofe di vita, sa come fare per avere un pasto, un letto o una coperta, ci sono associazioni di ogni genere, basta recarsi ai luoghi suddetti e qualche passo per muoversi fa solo bene alla salute. Non basta, dare un pesce ma occorre insegnare anche a pescare e l’accattonaggio non è bello non perché disturba i visitatori o i turisti o i clienti delle attività, ma perché anche loro, i clochard, quando fa molto freddo devono essere rastrellati e portati in un luogo decente al caldo. Eppoi c’è chi ci marcia… un elemosinante quando gli ho dato solo 25 centesimi, si è lamentato perché, con quei pochi centesimi, non comprava neanche un pezzo di pane, gli ho detto che a qualche centinaio di metri c’era un supermercato che vendeva a metà prezzo il pane del giorno prima, mi ha risposto che era troppo lontano. Eppoi all’entrata della mia chiesa, domenica scorsa c’era una signora che chiedeva la questua, le ho detto che dentro si mangiava e che lei poteva accodarsi mi ha detto: “Non mi vogliono”. “Vengo io dentro con te a chiederlo”. Siamo andate dentro e il diacono ha detto che poteva andare a mangiare anche lei. La signora ha risposto vado a chiamare mio marito e i miei figli e non si è fatta più vedere. Con questo voglio dire che bisogna stare attenti anche a chi fare l’offerta, perché c’è chi se ne approfitta a scapito di chi ha veramente bisogno, senza contare che c’è pure la lobby dei diseredati… e forse il sindaco di Como non è quel bruto che sembra.

http://teodericaforum.blogspot.it/

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>