Quella macchina…dopo la morte di Grazia + che un mezzo, era moglie e amante

Dopo la “,scomparsa ” misteriosa di mia moglie. Per la mia ripresa debbo ringraziare quella macchina, l’amico editore della Voce, Gianni Celli che mi ha dato l’opportunità di continuare a scrivere per distrarmi e un’altra persona che ancora ringrazio. Mi aveva solo permesso di convincermi che la vita continua. Vorrei subito premettere che il disagio vero sarebbe stato successivo all’incidente stradale. L’ho previsto dichiarato subito ai due carabinieri di Novafeltria, intervenuti subito. Intelligenti e gentilissimi, come del resto sempre nello svolgere il loro lavoro. Sorpresi e stupiti, quando mi hanno chiesto come stavo per rendersi conto e a sentire che stavo bene senza neppure un graffio, hanno sorriso. Ho solo aggiunto però che avevo perduto tutto credibilità fiducia e libertà. Così è stato ma non sono panna e zucchero e nutella. Ho trascorso la mia adolescenza nel collegio salesiano di strada in Casentino e vi dimostro subito cosa poteva essere. Quando curavo la pagina del quotidiano La Voce, Vivere tra i monti, andavo alla ricerca di personaggi caratteristici che potessero insegnare qualche cosa. Rappresentativi e testimoni sulla salubrità montanara. “Pelo rosso” soprannome dello storiografo di Balze sana. Era diventato un amico e non ricordo il nome sicuramente unico e solo, come Fausto Coppi ad un giro di Italia. Se non erro la Cuneo Pinerolo…con Mario Ferretti che si sgolava…”..solo al comando e la sua maglia è bianco celeste,un quarto d’ora da Bartali che resiste al secondo posto. Pelo rosso si distaccava da tutti i balzerani. Quando gli chiesi dove avesse studiato mi rispose.” Due mesi con i salesiani a Strada in Casentino.Sono scappato di notte verso fine Novembre”..non ricordava l’anno e soggiunse. Dissi ai miei che ai lavori forzati piuttosto che continuarli in quel collegio mi pagassero il biglietto per farli in Algeria a disboscare e ci son rimasto diversi anni.Io a Strada in Casentino ho fatto tutto il ginnasio. Prima di andare al Noviziato di Varazze subito dopo la guerra. Tredicenne a casa durante il passaggio del fronte ero riuscito a disarmare due stupratori militari, durante i campi di riposo. Prima di tornare in prima linea della Linea Gotica. Frutti della guerra puttana.
Ma torniamo alla macchina. Un intermezzo per dirvi chi e come sono: mi avvarrò del diritto di poterli difendere diritti e doveri. Attraverso un noto marchio riminese di noti operatori nel commercio di macchine chiederò di svolgere un esame di guida di fronte ad una commissione giudicante la mia capacità di guida composta da .un neurologo,uno psichiatra, un ingegnere pilota e un medico autorizzato. Dopo di che si vedrà , cara Gloriamaria Privacy associazione se sono abile o disabile. Come socio lo esigo e come figlio mi arrangerò.Se esiste ancora la libertà. Daniele mi aveva detto. Guarda che lassù si può morire dal freddo. Durante la notte per non far soffrire l’ospite ho rimboccato la stufa cinque volte. L’ospite russava: io ho riposato a rate e stavo bene. Il giorno successivo sarei tornato su con due amici: marito e moglie. Per trattare sul progetto Isaia e far visionare l’immobile quattrocentesco. Importantissimo. Credetemi sono soddisfatto. Questione di tempo:; la speranza è la mia energia.Cordialità. Fiorello Paci

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>