Primo giorno di scuola in una frazione della Val Marecchia..Pietracuta di San Leo: 5 h filate via

Di solito il primo giorno di scuola, dopo la scuola elementare, è considerato giorno di festa dopo la presentazione dei professori da parte del dirigente scolastico.Nella Scuola Media di Pietracuta una partenza  come se fosse scattata una gara di regolarità: nove mesi di studio e di approfondimento in parallelo alla vita che scorre con il tempo necessario per armonizzarsi giorno per giorno con i tempi di una società che sta cambiando ritmi usi e costumi. Una scuola presente a stretto contatto con la famiglia in una società proiettata allo sviluppo di uno Stato libero e moderno che possa tutelare famiglia e società. Una scuola che non tenga conto di questo cammino in parallelo con la famiglia e la società non sarebbe una gara di regolarità ma una corsa con i sacchi a mosca cieca. Ho telefonato a Davide per cogliere le sue prime impressioni e come nonno che scrive sono veramente contento per  la sua partecipazione attenta e atttiva alle prime cinque ore di scuola.Mi ha elencato le materie entrando nella memoria della mente scandendole una ad una ascoltandolo  con grandinteresse. Spagnolo, musica,geografia e italiano. Quattro materie in un grande schermo che viviamo tutti giornoi giorno per giorno: La vita. Lo spagnolo è una lingua dolce musicale e a lui piace per il corso di basso che ha fatto lo scorso anno. Della musica mi ha parlato di ritmo e se mi avesse detto che la musica è ascolto avrei abbracciato la sua professoressa. Intorno a noi tutto è musica con il primo sbadiglio che altro non è che un inciso sul sogno appena fatto.Lo stirarsi sul letto la ricerca di un accordo con  le scenze motorie per scendere dal letto,u  accordo con la cucina per il primo caffè.Dentro casa dalle foto ai quadri di papà un inno alla marina militare, dai primi incontri agli addii.Fiori e ricordi e se ti affacci alla finestra un continuo refraine. le partenze l’attesa è tutta musica. La notte con il  vento o la pioggia un minuetto.La geografia con la carta fisica una lezione per imparare dove metti piedi dove posi lo sguardo per la prima volta mentre con la politica sai con chi ti trovi di fronte quando lo incontri. La vita che entra nelle scuola e se per l’ora di italiano ti chiedono di scrivere cosa ti aspetti dalle Medie è solo un modo per capire dove debbono soffermarsi per introdurti nelle varie analisi delnostro linguaggio. Se poi ti dicono che sarà dura sarebbe più opportuno un aggiornamento sulla maieutica socratica, qualche pagina dell’Emile, un  buon consiglio sul sistema preventivo.  Un modo per non scoraggiarsi alle prime difficottà.Sono ostacoli che non  apparetengono ai ragazzi ma agli insegnanti..per il timore di insegnare. Tutto sommato una bella partenza quella di Pietracuta di San Leo ex capitale d’Italia. Complimenti al dirigente scolastico:penso che ci sarà  da lavorare sodo. Davide sei in buone mani.        Fiorello Paci

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>