PRESEPE…sapere cosa succedeva prima…tra 2000 anni cosa diranno di oggi ?

Ieri sono stato a vedere il presepe di Talamello per guardare uno spaccato di cronaca di Gerusalemme, una specie di telegiornale o una settimana Incom di 2000 anni fa. Prima che nascesse il Salvatore: un bambinello sconosciuto sceso dal Cielo dentro una grotta tra un bue e un asinello. La prima cosa che potremmo chiederci immaginarsi che cosa avrebbe potuto salvare in quelle condizioni così disagiate ? Di regale non c’era quasi nulla se non si fosse mosso il Cielo che ha commosso pastori e scomodato i re d’oriente: quella striscia di luce e il coro degli Angeli con l’inno dall’Alto PACE in terra agli uomini di buona volontà. Presepio un bel vocabolo latino…conoscere quanto succedeva prima. A Talamello di Novafeltria un artigiano artista c’è riuscito perfettamente e la persona che era salita con me per rendersene conto ha fatto quello che fanno tutti cominciando dall’asilo: documentare. Il cellulare o una macchina fotografica saranno i presepi per testimoniare il nostro presepe: il nostro quotidiano con una variante. 2000 anni dopo la nascita di Gesù bambino.E qui casca l’asinello di 2000 anni fa: se abbiamo la forza o il desiderio di conoscerci interiormente sfurghettando tra i nostri limiti potremmo anche concludere che quel bambinello per noi non è mai  o ancora nato. Questa la tentazione più grande che potrebbe coglierci alla vigilia del ricordo della festa più bella dell’anno…la nascita dell’energia del cuore rispetto alla dinamica della Legge…se ci muoviamo per forza o per amore- La grande novità di Gesù bambino..la scoperta del Cuore. Questa la forza di questo giornaletto…scoprire tirar fuori dalla tirannia del maschilismo la gioia e la serenità femminile che appartiene alla donna per riportare ovunque la pace  da poter  vedere il presepe più bello del mondo…il nostro cuore…un telegiornale  per gli abitanti del 4017. Dal giornale IL VELIERO buon natale di pace e di gioia a tutti i lettori .Un saluto da tutti noi collaboratori e amici di questo guscio di noce.    director Fiorello Paci

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>