POLITICA:scontro tra l’Arte del buon governo e il PROFESSIONISMO del potere

Era inevitabile che con l’arrivo al potere di gente arrivata dalla strada potessimo assistere ad uno scontro. Lotta tra chi interpreta da anni la politica una professione del potere, rispetto  a chi la considera  un’arte do buon governo, coerentemente al suo primitivo significato. Partendo dal classicismo greco. Pericle modello della democrazia per la partecipazione attiva di tutto il popolo al potere decisionale. Dopo il crollo dei due partiti maggiori rappresentatati   dalla Democrazia  Cristiana  e del Partito Comunista e la presenza significativa del partito Socialista con le due strisce importanti  per l’economia rappresentate partito Liberale e Repubblicano con la loro lenta scomparsa dovuta al degrado e alla mancanza di valori reali lasciando strada alla reazione popolare. La Lega e Forza Italia le prime a salire a cavallo dopo lo sfaldamento dei partiti istituzionali. Inizio dello scontro tra le due concezioni  da ridursi ad una battaglia per il particolare a scapito del bene comune. Risultato di quanto stiamo assistendo in un momento storico particolarissimo dovuto ad una pandemia  che ha bloccato la buona volontà del popolo italiano mettendo inevidenza l’incapacità della politica a mettere d’accordo due energie che si escludono a vicenda rappresentando il peggior male per uscire dalla crisi e distruggere il male chiaro della pandemia. Solo il messaggio cristiano potrebbe risolvere il problema per imboccare la strada giusta per un’equa ripartizione del profitto dando l’inizio alla nuova era della pace. Cordialità.      Fiorello Paci

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>