Perché ho scelto di operare per Forever…per amore della mia e altrui libertà

Avrei dovuto cominciare ad operare per l’Azienda Agricola americana fin  dagli inizi del loro ingresso nel mercato italiano con l’opportunità di aprire una rete in Veneto e in Emilia Romagna: così mi pare. Non accettai la loro proposta per la malattia di mia moglie:sono rimasto inchiodato alla sua carrozzella dal 2003 al 2012. La sua malattia mi ha spalancato il mondo della sofferenza da capire il dolore e l’amore di una donna e il valore del matrimonio:scrivevo per un quotidiano non tanto per il piacere del giornalismo un amore che non muore mai. Scrivevo per far capire che ero ancora vivo e negli ultimi due anni della sua vita mi son fattto anche sentire da una radio locale: ho condotto per un anno circa una trasmissione settimanale dagli studi di Radio Icaro.Ciao director Simona Mulazzani una gran cara persona.La collaborazione con Forever mi da anche l’opportunità di trasportare il mio credo in mezzo a gente che cerca di dare una mano per star meglio. Si tratta sempre di tenere accesa quella speranza che da la gioia e il desiderio di vivere.  mentre a Fiorello Paci  per una questione di etica metterò le briglie.Sono contento della scelta che ho fatto e felice di portare avanti un impegno che non toglie nulla anzi moltiplica il mio amore per la libertà. Un ingresso nel vegetale per valorizzare la natura al servizio dell’uomo fin dalla  creazione dell’uomo: …e Dio disse è cosa buona dopo aver visto e sentito il profumo delle piante e del verde che le circonda.Non potrò più scorrazzare tra le pagine FB per un etica da rispettare e se dovessi investire due euro per aumentare la rete di persone che volessero aprire un dialogo con me, i due euro li merita proprio FB, che considero impreditore e amico. Il progetto Isaia proseguirà  la sua strada,mentre, come ho già detto prima, a Fiorello Paci metterò le briglie. Mi ero già occupato in  passato di benessere, anche se posso affermare che il benessere per gli altri non l’ho mai abbandonato.Anche con i  30 anni circa trascorsi con la cara Utet…in quegli anni  ho costruito benessere per l’anima con  tutte le pubblicazioni e i clienti rimasti nel mio cuore.Adesso il passato conta poco, e riprendere un percorso già fatto su nuove traccie rafforza il mio credo e il desiderio di vivere. Mi son fatto un regalo per il mio compleanno da coinvolgere anche “promo giovani” e il progetto Isaia. Perché no…per fare qualcosa  oltre la fede, anche  due spicciolini non fanno male. SIA GLORIA  A DIO !     Fiorello Paci

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>