Pace e gioia..tutti insieme a lancia in resta con la corona contro il virus c.

Amici carissimi di questo virus non sappiamo molto, ma ne sappiamo abbastanza per capire che Dio non castiga. Richiama solo per dimostrarci che ci ama da non lasciarci andare…sulla corrente di un golfo lontano molto dal porto finale di santa speranza . L’unico porto dove ogni tanto IL VELIERO riassetta le vele per riprendere il mare dove la porta l’amico vento del vero bisogno.L’energia del vento mossa dal pensiero del santo spirito alimentato dalle pale eoliche del digiuno e le preghiere delle persone sagge e dagli sguardi al cielo dei suoi uomini definiti dai crocifissi per le strade “uomini di Dio “.I sensori sul quadro dell’avviso ai naviganti del Veliero sono in  costante fibrillazione…sos in cerca di un intervento..di un aiuto… i più frequenti in arrivo da terra…richiami urgenti anche dagli alberghi vaganti sulle onde  dal mare..che il Veliero ritrasmette in connessione con l’organizzazione privata della sanità.In  corso una lotta con il mostro epidemie…un esperto di volo da gettarsi sulle sponde deboli dell’uomo:le patologie più insidiose rese invisibili dal mostro che le dirige all’attacco delle vie respiratorie.Un allarme continuo per frantumare questa stella cometa che si muove da oriente verso l’occidente con la stessa facilità di un satellite artificiale.Dobbiamo fare in modo da salvaguardare il nostro sistema polmonare dai suoi msggeri…e dai suoi prodotti igieno alimentari e visto che il vaccino non è stato ancora messo in circolo bisogna fruire del vaccino antico e  tradizionale certificato dalla Gran Mediatrice di Cana..” fate quello c he Lui vi dirà…”…Lui  ha parlato ma noi ci sentiamo poco..vediamo poco e quel poco che vediamo: se è bello è roba dell’uomo..se è brutto il solito inciso…Dio non ha tempo di pensare all’uomo…quando invece sappiamo che nella preghiera che ci ha insegnato Lui c’è tutto per i nostri bisogni reali…pochissimo di quelli presunti e se proprio non ci dovessimo ricordare…c’è sempre Lei  con le sue ali suo nostri bisogni reali…e c’è un modo per farci ascoltare ..l’ave Maria…da salmeggiare in quella santa corona della nonna…ma prima è stata mamma  e ci amava…quella coroncina del rosario ci salverà dall’attacco al respiro di quel virus corona che ci sta spaventando…ma il timore è salute se ci richiama per riportarci nel giusto sentiero..con il bisogno di Dio..sorridi fratello…sorridi sorella..il Veliero è presente con la tua paura …e le vele  sull’onda della tua preghiera…domani è Domenica non ti dimenticar…insieme alla tua fede uno sguardo agli angeli del Cielo sulle ali di un ave o Maria.               Fiorello Paci 

 

 

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>