Marta Marta tu fai troppe cose…Maria ( con me) ha scelto la parte migliore…che nessuno le…

…le toglierà. Il Vangelo di Luca di oggi,  il racconto di Gesù in un villagggio della Galilea. Quasi certo nella casa di Lazzaro, un benestante con due sorelle.Stava andando…attenti bene per capire l’osservazione del Maestro.Stava andando con i  suoi apostoli verso Gerusalemme.Erano in cammino incontro al Calvario, ma i discepoli non lo sapevano.Non lo sapeva nessuno: solo Lui il benefattore del Sabato,ragazzo e antipatico da superare le leggi. Figlio di un falegname.Dei miracoli che faceva ne parlavano tutti in Galilea, da stupire i romani.Meravigliati,anche  soldati della legione dopo la guarigione del figlio di un servo del Centurione: comandante di un centuria di assaltatori di prima linea.Lo conoscevano tutti, come Ronaldo oggi, come Celentano dopo il lancio di 24000 baci. Chi andava in Sinagoga e sicuramente di quella casa Maria la frequentava. Conosceva la Bibbia e sapeva benissimo attraverso la lettura dei profeti dell’arrivo di un salvatore.Probabilmente aver saputo di quanto stava facendo quel giovane potrebbe averle acceso la speranza che fosse proprio Lui. La voce dello Spirito santo, instancabile sempre .Ieri oggi e domani la voce del cuore. Entrati in quella casa, supponiamo una decina stanchi e con l’appetito alle due sorelle ha fatto scattare due pensieri. A Maria,ascoltarlo mettendosi ai suoi piedi: a Marta accendere il fuoco, alla pentola , a cosa metterci dentro per dieci persone che avevano già fatto la solita decina di chilometri. Marta si è innervosita e si è pubblicamente lamentata per essere stata lasciata a sbrigarsela da sola.Gesù, l’amico Gesù, che sapeva di andare a Gerusalemme  per essere crocifisso, si è distratto,si sarà anche commosso e ha rIsposto a Maria chela sorella aveva scelto la parte migliore. Pranzando assieme, dopo i saluti,ringraziamenti,arrivederci…l’incomprensibile sorridendo sempre con i discepoli hanno ripreso il cammino verso Gerusalemme…buon appetito a tutti.                         Fiorello Paci

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>