MA COME FANNO A NON CREDERE E’ COSI’ EVIDENTE!

Immagine1

di Paola Tassinari

Lugo è la cittadina che solitamente viene additata come il centro della Romagna. Non sto qui ad elencarvi il perché Lugo sia il centro della Romagna, anche se sussistono ragioni valide per avere tale epiteto, voglio scrivervi del cimitero di Lugo. E’ una notizia che ho letto ieri sul quotidiano, il cimitero di Lugo, avrà un prato fiorito, simile a un prato di campagna, coi papaveri, i ranuncoli, i non ti scor dar di me, le genziane, la malva, ecc., su cui voleranno bombi, api e farfalle, come il Campo di papaveri, uno dei quadri impressionisti, più conosciuti e famosi al mondo, di Monet. Un tempo antico, gli Etruschi pensavano alla morte come un viaggio in un’altra vita, emblematica la celebre “Tomba del tuffatore”, poi nelle pitture delle loro tombe apparve Tuculca il diavolo dalle macilente carni blu, non c’era più la speranza di un’altra vita, c’era la fine. Gli Etruschi diedero questo “imprintig” negativo ai Romani, quando in pratica essi si assemblarono assieme ai futuri dominatori del mondo. La società romana divenne poi, col passare degli anni corrotta, malefica e intrisa di morte completamente ubriaca del nulla. Fu allora che i primi Cristiani che si immolavano per la loro Fede, col sorriso sulla bocca, perché sicuri che sarebbero stati accolti amorevolmente dal loro Padre, scalfirono l’anima e il cuore dell’antica Roma, e quest’ultima rovesciò il suo nome diventando Amor. Le epoche si susseguono e a volte ci sono stati periodi ottimistici, senza paura della morte perché si credeva in Cristo, altre volte si è vissuto in fasi assai scure intrise di falsa felicità, ebbene questo campo di fiori selvatici, può sembrare ben piccola cosa, ma per me è una speranza, un inizio per credere veramente in Cristo. Da bimba, guardavo ai grandi e mi chiedevo:“Ma come fanno a non credere, è così evidente!”                   alla luce dei miei  85 anni, per l’amicizia che mi lega da tempo a Paola Tassinari, per il privilegio di aver ascoltato da un uomo di Dio il suo viaggio di AR dal Cielo con i dettagli dei giardini assolati…debbo solo dirle Grazie PAOLA…c’è luce nei tuoi scritti. Ringrazia il Signore. Ti ringrazio…IL VELIERO ha bisogno di persone così. fiorello p…..buona lettura.

http://teodericaforum.blogspot.it/

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>