lL SABATO squisitamente femminile,è di Maria,che prepara la festa dell’anima alla Domenica

Non avevo mai pensato perché la Chiesa avesse scelto di dedicare il sabato alla Madonna.Svegliandomi ho ritrovato l’amore e l’attaccamento di mia madre per questo giorno, dedicato alla piccola spesa, da  rallegrare anche in tavola, la bellezza del dì di festa:la domenica.Addetto alla carne era mio papà,che riscuoteva sempre il sabato sera.Al “macello” la mattina presto per dare alla mamma la possibilità di mettere sul fuoco la pentola con il “lesso”o quel pò di arrosto sul fornetto a legna della cucina “economica”.Da cuocersi nello spazio dedicato alla santa messa nella chiesa della “Propositura”.Una specie di cattedrale gestita dal “Proposto”.Oltre alla figura pastorale ricordo quella del sacrestano, sordo come una campana e un pò “albestro”.Un gergo  anghiarese per definire una persona leggermente diversamente abile.Raccogliendo l’elemosina in una robusta cassetta di legno non   gradiva gli scherzi dei ragazzi.Una volta ha superato i limiti da prendersi una denuncia dimenticandosi che il legno stagionato sul cuoio capelluto di un ragazzo può lasciare un segno.Mi pare si chiamasse Dante,ma per tutti era solo “Bottone “.il sabato ad Anghiari era giorno di mercato, per favorire proprio la donna, in preparazione al giorno festivo.L’avvertivamo anche noi bambini,passando tra i banchi andando a scuola.Quindi il sabato, giorno particolare in attesa di quello speciale. La Domenica festa e riposo da dedicare a Dio Signore, preparato dalla Madre del Cielo nel giorno di Sabato.Amici lettori buon sabato:potermmo vederci questa sera nella chiesa di Santa Chiara per festeggiare assieme a San Gaspare la festa di domani.Buona e santa missione Don Sebastiano, amico e Rettore del tempio di Maria misericordiosa. Grazie  mamma di tutti noi.         Fiorello Paci

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>