LA VITA/SEGMENTO UN FRAMMENTO RISPETTO ALLA VITA/ETERNITA’ un diritto sacro

…viverla da parte di tutti. Un segmento che discende dal Cielo. Il Vangelo di Giovanni della data odierna racconta che Gesù inizio le sua predicazione nei pressi di Neftali con queste parole: IL CIELO E’ VICINO. Almeno per me, che sono molto attento come cronista,non ci sono dubbi dopo aver fraternizzato con un frate in causa di Beatificazione. Lo ripeto da anni che i nostri cari vivono e stanno sopra di noi invisibili e più belli che mai. Il Cielo non ha spazio, non è schiavo del tempo come siamo noi.Gli esatti, i precisi sempre con il cronometro in mano a rompere le scatole alla moglie che lavora quanto il marito con il compito della casa e dei fornelli.”..ma non vedi che è passato un minuto..son da buttare”..con il coro dei figli..” da buttare ..da buttare”…”ma non capisci un cazzo…ma come mai…sempre le stesse cose..” Poi uno si lamenta se la moglie ha problemi, reumatismi, manie da pulizia, sempre con uno straccio in mano, dopo l’ufficio dopo il lavoro. Qui le donne hanno mille ragioni …il femminismo è il frutto di un solo albero: il MASCHILISMO. Come si fa a non capire che le donne a volte sono delle sante. Affrontare un matrimonio senza conoscersi è una follia: una donna che si unisce a pelle con divorziato o separato non ha bisogno di visite.Doppiamente folle il separato divorziato:la compagna semi folle. Non c’è famiglia, non c’è Società, non c’è Stato. Ci chiediamo di provare a capire il motivo di questo abbandono della famiglia..? Direi che una delle prime cause è stata la faciloneria dei matrimoni religiosi e civili. Alcuni Templi autentici matrimoniatoi..feste pranzo e auguri da Roma. Unioni per bellezza..ricchezza vantata presunta o reale… per censo…nobiltà..eredità…senza risparmi lusso…aereoconfetti…striscioni…una sceneggiata carnevalesca omologata nel matrimonatoio.Qualcuno ha approfittato di queste feste per aggiustare campanili o comperare ville quadrimensionali per la devota perpetuina. C’è stato un degrado, uno sfaldamento di un Sacramento importante. Oggi raccogliamo allegramente i cocci come un tempo la roba vecchia di fine anno: i lanci dalle finestre. Sono uscito dal seminato strada facendo: il segmento vita. Tutti hanno il diritto di viverla, tutti e tutte, mogli comprese. La schiavitù uccide: i miei scontri con Maria Grazia l’educazione dei figli. Lei piazzata sulla ragion pura ed io con la mia educazione salesiana. I frutti sono dolci ma le radici veramente amare.Probabilmente potrei anche risbagliare..ma prima di sbagliare vorrei conoscere, e dopo aver conosciuto ritornare a riconoscersi almeno due anni prima accettare un incontro un legame di fronte a Dio.La vita un sacro diritto di essere vissuta.Ho conosciuto il vero amore con mia moglie in carrozzella,lei felicissima di sentirsi amata,io la sua roccia, lei la mia ferrari giorno e notte sempre insieme. Una vita a due. Ho detto che il Cielo è vicino..ma ne ho le prove. La vita è un segmento: non sono le carezze la prova di un amore vero, sono le prove della vita. E’ tanto facile dire ti amo..è tanto facile portare una carrozzella in una casa di riposo..con la morte alla vita.. l’addio alle quattro mura…questa casa un tempio..per entrarci una donna deve amarne due…Fiorello e Maria Grazia…il resto sono affari miei o nostri…Buona notte amiamola la vita….facciamo in modo che sia amata da tutti. La vita va proprio amata sempre. “….mi è piaciuto..” ha detto Grazia.    

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>