La politica italiana deve trovare presto un accordo per tenere in alto la speranza :una bandiera

Non siamo di fronte ad una dimostrazione di piazza tra rumori di coperchi o suoni di trombette, ma rumori diversi: di aerei da bombardamento su portaerei, di lanciamissili su navi da guerra e a Roma si discute tra vincitori. Non per festeggiare ma  per il Premier.Il presidente del Consiglio, in un momento come questo che stiamo attraversando ha meno importanza del ministro degli Esteri per tenere accesa la speranza della pace. Importantissimo lo stesso ministro degli Interni per tenere sotto controllo fazioni e facinorosi. E’ augurabile l’indicazione di un equidistanza tra le due posizioni del contendere sulla tragedia della guerra in Siria. E’ risaputa la simpatia di Salvini per la strategia del Presidente russo Putin come è altrettanto nota quella dell’altro pretendente di Maio nei confronti dell’America piena di italiani. La politica e l’Istituzionalismo debbono  tener conto di un’ altra nostra fortuna: l’attuale Presidente del Consiglio che ha dimostrato di essere stato un grande ministro degli Esteri in India e in Africa e in altre delicate missioni per il ritorno in Italia di italiani sequestrati. Non sono il Presidente della Repubblica ma un povero cronista di periferia che dirige un giornaletto che naviga in un mare aperto che a detta degli esperti il peso della plastica in mare sarà più pesante del pesce entro il 2030. L’ho appreso durante un  convegno sulle acque minerali a Firenze due gg fa. E noi stiamo discutendo sul premierato e mi ricorda tanto Roma durante le guerre puniche…e non ricordo di chi fosse l’intervento in Senato..” noi discutiamo e Sagunto è caduta. e’ la storia che si ripete con i suoi corsi e ricorsi storici.Gian Battista Vico. E’ il buon senso che manca ed è un cantante che ce lo ricorda, non un economista o uno storiografo. Il menestrello della vita spericolata quando sostiene che ne uccide più l’orgoglio del petrolio. Il grande Vasco. Di recente ne ha scritta una che descrive l’uomo così com’è: un tesoro dentro un vaso di terra cotta. Vorrei solo dire che il mondo attende una parola da un paese in pace da 75 anni: dobbiamo fare in fretta. Il Presidente della Repubblica   sceglierà la persona giusta per tenere in alto la bandiera tricolore della pace e  della Speranza.  Fiorello Paci

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>