IL MORALISTA

il-grillo-parlante-e-la-democrazia-partecipat-l-_huv8o

di Paola Tassinari                                                             Moralismo, questa parola oggi è vista come dispregiativa; sì, forse il moralismo è poca cosa in confronto alle leggi venute da Dio, ma in un’epoca che ha ucciso Dio, è almeno qualcosa a cui ancorarsi. Si fanno un sacco di sottigliezze tra: morale, moralismo, etica, si dibattono su cavilli e quisquiglie, secondo me, fanno apposta per confonderci, in quanto si preferisce una società piena di vizi, perché porta più soldi al consumismo. L’etica cerca il comportamento ritenuto corretto, i valori giusti e le norme che la persona dovrebbe utilizzare nella propria vita quotidiana per un vivere civile, quindi la è morale comune. Se l’etica è astrazione, la morale è la realtà e non è altro che il rispetto dell’etica. Esistono poi due tipi di morale: quella religiosa, dove l’etica proviene da Dio, e quella laica che sostiene che l’etica deriva da norme che si basano sulla natura dell’uomo. Ambedue hanno punti importanti in comune, possiamo dire che in determinati tempi, l’etica religiosa e quella laica abbiano combaciato ottenendo buoni risultati. In generale possiamo dire che quella religiosa si muove a piccoli passi verso il futuro ed è più conservatrice, con tutto ciò che comporta l’importante parola conservare. Il fastidio per il moralismo e per i moralisti è dato dal fatto che sono considerati dei pessimi soggetti inclini a prediche fastidiose, non importa che ti insegnino bene, che vogliano il tuo bene, danno fastidio, perché è più facile fare orecchie da mercante, che fare cose che costano fatica. Oggi poi, paradossalmente, dà maggior fastidio chi fa la morale agli altri ma è ancora più severo con se stesso, che il moralista che predica bene ma razzola male, perché quest’ultimo si può dispregiativamente deridere, con un’alzata di spalle, ma il moralista “serio”, quello disturba, quello è meglio ucciderlo, come infatti accade al grillo parlante, nella favola di Pinocchio.

http://teodericaforum.blogspot.it/

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>