IL FESTIVAL VINTO DAL DUETTO CARLO CONTI VINCENZO MOLLICA…IL CUORE

DA  QUANDO SEGUO IL FESTIVAL DI SAN REMO non avevo mai visto la vittoria di un presentatore riuscito a vincere il premio ARCOBALENO DELLA BONTA’ fuori del palco scenico. Più o meno li ricordo tutti, ma non ne ricordo uno che abbia vinto in una stanzetta di ANTEPRIMA FESTIVAL.Loro i protagonisti assieme ai cantanti sulle ali della comunicazione: li ricordo tutti e non ricordo il presentatore di quel festival vinto da un cantante eccezionale capace di leggere il tempo e i terremoti meglio di un esperto meteorologo e di un sismografo Adriano Celentano. Sono stato suo ospite e mi sono bastati quei giorni per capire un settore così vasto e importante di Società come la nostra ma non meno pericoloso di un campo minato. Un teatro dove la musica rappresenta un 20%scarso rispetto alla voluminosità di trasporto di questo avvenimento: Industria, Turismo, Commercio, Artigianato, Impresa, Sviluppo, Mercato, Promozione, usi e costumi di un popolo, termometro dei vari Poteri finanziario civile politico religioso. UN   MONDO RECINTATO PER UNA SETTIMANA. Mettiamoci nei panni di un povero cristo di presentatore da stare attento ad un sorriso di troppo, sull’orlo di scoppiare in una risata se un bischeraccio lo provoca, ad una farfalla, ad un  gelato che brucia: io vorrei che ci si fosse trovato un principiante in tirocinio per crollare di fronte ad un a scollatura, ad una coscia lunga, ad politico dell’ultima ora o di una telefonata indiscreta. Carlo Conti una statua di ghiaccio in anteprima con l’ospite intervistato da Vincenzo Mollica: una statua di ghiaccio con due occhi di fuoco sull’ospite se avesse interrotto Vincenzo di Gulp il Mollica americano, Vincenzo Mollica amico dello spettacolo, un  critico seguito un libro di storia della TV. sono certo che il presentatore toscano a avrebbe tolto il microfono a tutti,nessuno escluso se avessero tolto il pensiero a Vincenzo Mollica. Un gesto che significa autorevolezza, certezza del proprio operato, amabilita, riconoscenza, giustizia, sensibilità, una scelta che caratterizza un uomo distinguendolo da una scimmia…San Remo è come il pozzo di San Patrizio…chi  ci casca paga..non era facile vincerlo a braccia alzate come l’ha vinto Carlo Conti…grazie Toscana non sei solo terra di pinocchio…fiorello paci

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>