IL COVIGNANO, tracce di Francesco la Galvanina e Principato dell’olio di re Cecco

Che la Galvanina sia un’acqua  speciale non ci piove…anche se qualche  volta Giove  Pluvio o meglio Chi per  lui, è sempre necessario per alimentare le sue profondissime falde. I più entusiasti gli americani, poco esperti di vino, ma consumatori raffinatissimi delle nostre eccellenze, soprattutto dopo l’intelligente fidanzamento con la  Sacramora  con il ritrovato delle notissime bevande senza zucchero. Assai richieste dal libero mercato. Un rilancio di Rimini, non solo mare, non solo musica, non solo arte, storia e letteratura, architettura, un insieme di bellezze da costruire una città modello…LA CITTA’ DELL’ECCELLENZA ROMAGNOLA, città italiana viva per il risorgimento dopo l’onda malvagia del giallognolo virus…abbiamo  pianto. Ma  basta riso. L’Italia va, ritorna alla partenza:al monopoli del dopo guerra . Sui calcinacci fumanti per fare un tetto agli innamorati del nostro mare…mettendo insieme quei quattro spiccioli lombardi…da fare il ruscelletto diventato un fiume da tornare in mare per fare spazio alla balena di Fellini. Menestrello della spiaggia di Rimini…che non ha fatto in tempo a cantare il cambiamento radicale di marina centro …addio  Balena. Una meraviglia quella passeggiata al mare sui tappeti…o per ascoltare l’amico Secondo Casadei…un Bès in biciclèta.  Di bici era piena la città…era…!…Il mio amico Gianfreda sta preparando un film…Rimini Agosto..in monopattino. Bene: Carmelo. Scusate ho perso il filo..”Amore..tesoro…sai per caso dove ho messo il filo ? “Quale ?.quello del rasoio…o quello dei bottoni”…Quello di Arianna..scusa amore…l’ho ritrovato…dove mi trovavo poco fa…alla rotonda di Marina Centro…Ripartiamo dalle nostre eccellenze. Rimini non è solo arte ..storia  e via andare…Rimini per vocazione è e rimane eccellenza in ogni sua azione, gesto,nota di ogni settore. Nel diritto, nello sport, nell’industria e nell’artigianato, nel commercio e nella religione e nello spettacolo e nella Giustizia se lo vuole. Personalmente più che convinto  ne sono certo e ne sono istintivamente  il promotore e innamorato della città e della sua gente. Tante eccellenze da promuovere  e rilanciare da divenire la città dell’oro…occorre solo smettere di piangere….rimboccarsi le maniche….mettere da parte queste tute azzurre…dell’ansia e la paura  e pregare assieme il Dio di tutti che ci liberi da questo virus …possibile che debba essere un novantenne per ricordare quello che dovremmo fare…da essere così stupidi per non averlo trasmesso ai nostri figli…come facevano i nostri padri…quello che stiamo subendo ce lo siamo meritato senza sconti…però dato che da sempre sono stato un cultore di gioia e di speranza…nonostante la battaglia e le sconfitte ..NON MI ARRENDO…AMICI RIMINESI DELLE ECCELLENZE…AVANTI E  BASTA…torneremo a vincere…ne abbiamo gli strumenti e la capacità.

…..Fiorello Paci…direttore del giornale IL VELIERO…..IL RE CECCO UN OLIO da cuore gioioso e sereno.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>