IL BENE TRA I MONTI FONTE DI ENERGIA E DI SPERANZA: buona notte

E’ Giugno vestito di nostalgia di ieri e motivo di speranza per domani:una  finestra  chiusa da chi possiede e dispone delle chiavi del  tempo, dello spazio.Ingresso dell’energia in un corpo su autorizzazione del Padrone della vita: la storia di ogni creatura. La discesa dall’infinito tra i limiti della materia del nostra energia: vivere il suo nome. Non sorge e non muore: é. Non esiste la morte, la fine: un passaggio, un trasloco tra i limiti e il sempre: arrivo ritorno. l’energia ama il bello, desidera il bene , non soffre di invidia o gelosia, il vivere ama e ha solo voglia di bene. Non ha una religione, spazi per l’odio, vendette,rivalse,una sola legge:amare. L’energia un  banco di prova, è forza di fede, coraggio, non conosce paure: rispetta il corpo in affido, lo sprona , lo guida,  gli suggerisce indicandogli il bene lasciandolo libero di scegliere. l’amore è libertà. Il bene è rinuncia. Il corpo preferisce il piacere:un macigno.L’energia un pensiero che assume le fatteze del corpo indicato da Dio che rimangono: è lui che passa il testimone all’energia riflettendosi in essa: diventa anima perfettamente uguale al corpo felice con il dubbio di vivere meravigliandosi dei suoi cari  che non lo salutino. Non soffre: è invisibile pur vivendo dove è sempre vissuto. Interviene, commenta:” Fiorello non pensare che qualcuno ti capisca quando trasmetti pensieri che trascendano dalle leggi della materia. Ti vorranno bene, ma non  credere che sia stato sempre semplice seguirti. Adesso sì: faccio parte della tua gioia. Controlla che perdiamo la messa:hai avvertito tutti per la messa di venerdì ? Fallo sapere ai miei fratelli Giuliano e Silvana. Non vi vedete mai. Daniele ti ha detto che ci sarà anche lui.Non sai scrivere….bisogna pregare per tutti. Basta adesso smetti di ripetere scrivi.” Vivo da solo ma non soffro la solitudine: mi piace il cielo le stelle ,il mare mi ispira poco. I monti la mia vita: a Giugno l’energia mi spinge sui monti. Sento il profumo del silenzio del Marecchia: mi spiace che sia sempre in Tv per la sua acqua intorbidita dal male della materia. Ho la coscienza a posto non ho rimorsi: ero stato chiaro con un amica. Attenzione che ghiaccia. Un diario del destino o scelte sbagliate di qualcuno ? Pappagone amico di Totò diceva;”Non metto lingua”. Il Giudice è Dio: Il Figlio Gesù è la guida: la Chiesa dei monti ha un Pastore: Lo Spirito Santo lo illumini. Il Confiteor è la preghiera più bella: l’Atto di dolore non è solo per i fedeli. Buona notte.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>