I LUOGHI COMUNI…OSTACOLO da rimuovere per conoscere la cause dei problemi

….credo che sia il maggiore tra gli ostacoli per arrivare alla verità sulla reale situazione della nostra economia, per eliminare le cause dei problemi giustificando tutto senza conoscerne le radici o capire il disegno di un programma sicuramente valido se riparte la grande industria che dovrebbe addossarsi la possibilità di far ripartire l’indotto nelle grandi città motrici del treno italiano: Milano, Torino,Napoli,Genova Bari.     Roma ,Firenze Venezia, Padova Palermo turismo religioso artistico e produzione agricola. Bologna,Firenze Padova, Verona,Reggio alimentazione vini. Torino Bologna Firenze Roma cultura.Informazione Milano. L’ITALIA UN MODELLO.Vediamo insieme i motivi che possono impedirle di esserlo veramente da poter seguire: osserveremo i  luoghi comuni se sono veramente le cause del ristagno o se non dobbiamo tenerne conto. Alcuni tra i più sentiti:PER I GIOVANI NON E’ POSSIBILE INTRAPRENDERE…TROPPE NORME da troppi soldi: testimonianze di ragazzi. “..io sono laureata in legge e mi sarebbe piaciuto tanto aprire un bar, una gelateria e la commercialista mi ha sconsigliato di farlo dopo aver controllato tutte le norme con i relativi costi obbligatori per inizio di attività. Ho rinunciato e sono andata in Spagna e lavoro in una gelateria italiana. Guadagno bene, contenti i proprietari italiani e mi sono accorta che di giovani siamo veramente tanti senza tante pusghette di tasse appena muovi un passo qui da noi, in Italia. Ragazza felice. Qualche giorno prima una signora amica si ferma a parlare di fronte al cancello di suo figlio, buon calciatore, separato dalla moglie è andato in Spagna con l’amico “che fa la pizza”, non lavorano e sono disperata. “..sai se la Papa Giovanni a Barcellona ha la possibilità di ospitarli..và..mio marito è in carrozzella..gli mandiamo 50 Euro alla settimana..mi fa dannare!” Ho capito che la Spagna è come l’Italia..se uno lavora là sta bene da noi campa.E dietro le colonne d’Ercole l’ostacolo che scoraggia con mille norme per tenere in piedi gente indispensabile o se ne può fare a meno di queste norme lasciando al buon senso degli italiani di potersi muovere.E chiaro che se uno produce dopo aver seminato debba pagare le tasse, ma n on può e non deve essere vessato prima. Non si può raccogliere prima:delle autorizzazioni non sono un investimento, ma sono risorse improduttive e immagino che uomini intelligenti come Del Rio, come il Ministro dell’Economia o della Finanza ridano per quelle norme che scoraggiano l’impresa e fanno piangere chi prova. Anche i limoni non possono essere spremuti a vita. E’ un luogo comune o è veramente un ostacolo da rimuovere..?..ho fiducia nei politici decisi che affrontano e risolvono. Non mi piacciono i politici piagnoni ch e litigano per non rimanere senza poltrone…li capisco che una politica così va difesa..chi non lo farebbe… discutere secoli…poi il discorso sugli immigrati che in Africa..non fanno nulla..abituati a non far nulla non è vero. I maestri salesiani del lavoro hanno i laboratori professionali pieni e poi lavorano se li aiutassimo ad aprire attività…ci sono africani in Italia che lavorano bene..e in Africa i militari di colore che sparano come gli europei..,.allora  ?…arrivano i migranti vogliono questo..vogliono quello..in Germania la Merkel li fa lavorare….E un luogo comune che siano diventati un lavoro per diverse associazioni o un peso…E il momento della riflessione per tutti…Dio e Cristo e lo Spirito santo sono Amore Misericordia e GIUSTIZIA…Giustizia li riassume tutti..evidentemente qualcosa manca…E Pasqua…e Festa DELLA CAPANNE…siamo figli  di Dio Tuttissimi…perchè non troviamo la soluzione che vada bene a tutti..???? 

 

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>