FUNZIONI DONNA:indispensabile,importante,piacevole,necessaria.

Quattro aggettivi, per dare un idea della donna oggi, in una società che tende a classificare codificare giudicare. Per quanto mi riguarda un esperienza recente e si riferisce proprio  all’importanza in una società come l’attuale : la valorizzazione della capacità di donna. Tralascio il primo aggettivo, l’aspetto “indispensabile” già vissuto con 52 anni di matrimonio, figli , famiglia.Irripetibile. E’ storia. Vorrei soffermarmi sull’aspetto “importanza” della donna,sia per la sua duplice capacità di recuperare o distruggere. Considero la sua capacità di recupero di  energia per la sua specificità utilissima  sia sul piano educativo che professionale. Sottrarre alla rottamazione intelligenza e operatività: un servizio che solo la femminilità è in grado di riuscire a trasformare. Non è neppure una novità in quanto è rintracciabile l’identica funzione sull’antico ruolo dei  nonni in una società normale, sicuramente no nella nostra per la disgregazione della famiglia. Un esperienza positiva e personalissima  che ho vissuto recentemente e mi ha permesso di avvicinarmi alla famiglia, ai figli, nipoti dopo la scomparsa della moglie. Ne sentivo il bisogno in quanto l’impostazione del lavoro e dei rapporti all’interno delle nuove  famiglie  non lascia spazio o tempo per chi rimane fuori dalla dinamica della vita. Le case di riposo o i paradisi artificiali non sono rimedi per i vecchi, ma isole che danno  sicurezza ai  giovani più sensibili che non possono accudire i propri cari. E’ su questo spazio che si inserisce il miracolo donna, prezioso in una società sul piano del risparmio.I centri sciali sono dei ripieghi,incapaci di creare comunicazione e  dialogo, che permettono di recuperare l’energia della persona.Non è semplice trovare energia dove può scaturire competizione  dove c’è esibizione. Questo tipo di rapporto tra due persone anziane rientra in un quadro definito amicizia che  non condivido. Amicizia non prevede  alcun interesse, mentre lo star bene è già interesse sia per lo stato che per la famiglia e potrebbe essere anche guadagno per la società per il recupero di operatività di un essere: essere è vita. Di solito queste forme di vita possono nascere e morire occasionalmente: non hanno stabilità.Andrebbero coltivate: mettono a nudo i propri limiti. La loro robustezza dipende dalla sincerità che le anima: non l’avevo mai sperimentata. Vederla morire dispiace. Un bel ricordo. E’ cronaca. Gli altri due aggettivi inerenti alla donna  ” piacevoli e necessari” non mi interessano. Ne ho vissuto l’importanza: l’essenziale dal PARADISO TERRESTRE AD OGGI.     Fiorello Paci

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>