Dopo la visita del mio medico di base…una donna con il camice bianco

Nel caso di questo articolo,  che non riesce a sottrarsi allo spartito di questa musica lunare,Alessandro Manzoni,dolce espressione del romanticismo,ha tanta ragione quando nei “Promessi Sponsor…l’editore” scrive che i nomi sono puri purissimi accidenti…cercherò di far capire che tipo di donna si nasconde dietro quel camice bianco.Musica lunare attribuibile al tema del momento senza tanti aggettivi:”irriconoscibile” e senza fissa dimora. Il suo nome era ,,,,,corona virus.Lo scherzetto dolcetto 2019 trasformatosi con la metempsicosi in spauracchio 2020.Un anno speciale, a braccetto come due innamorati che si amano odiandosi nel letto matrimoniale con una sola piazza:Prevenzione / Salute.Un tandem più ignoto del noto milite.Di questa ignoranza ne paghiamo le spese con la sanzione della cialtroneria nazionale. Stando alla cronaca che arriva dalla Longobardia  internazionale.Tornando all’indossatrice del camice bianco un errore gravissimo delinearla ” tipo di donna “: maschio o femmina.Uomo o donna.Un terzo polo deve ancora nascere.Donna: il mio medico è una donna.Non ci sono dubbi:serena,precisa,decisa,materna,ascolta,interroga controlla verifica scandisce,ironica,intuisce,chiarisce, approva, non consiglia,non desidera,esige,comanda.Quel camice bianco nasconde una mamma premurosa.Rigorosa.La gentilezza si legge negli occhi.L’accuratezza per il paziente nella sua scrupolosa attenzione a non graffiare la sensibilità del malato vero o presunto.In ogni  caso è sempre un malato.Fa in modo per evitare i se e i ma, i tarli della medicina.Non ha paura che riesce a nascondere e solo in casi di dubbio chiede e prescrive l’approfondimento.Senza accorgersene  da l’idea del buon pastore dimostrandolo per la conoscenza che ha di tutti suoi pazienti.Uno ad uno i suoi pazienti L’aspetto più appariscente della sua professionalità sta nel rapporto con i suoi pazienti. Non sono nè uomini o donne: solo persone.Le persone  per chi non lo sapesse sono come gli angeli.Sul corona virus, canzone di una  San Remo 2… ha solo detto..”   per un raffreddorino mi è stato chiesto un tampone…se lei va in Epicentro vedrà per la tradizionale influenza in  Italia ne sono scomparsi 250…bisogna stare molto ma molto attenti per evitare problemi bronchiali”…alla della visita le ho solo detto…Dottoressa con il suo scrupolo riesce a dare speranza… ha soggiunto..Lei esce con tanta…Chi mi conosce lo sa …è una mia canzone ..la suono la canto la scrivo la semino la sogno…Grazie medico di base.      Fiorello Paci

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>