Dopo due giorni stupendi..lontano da tutti..rientrando l’errore politico di Salvini ha…

Scatenato l’inferno…diventando un bersaglio per chi ha sbagliato e continua;a sbagliare…non si spara sulla Croce Rossa mettendosi sullo stesso livello di chi attacca la Giustizia sul piano politico e istituzionale. Pur con tutti margini inesplicabili aperti lasciati alla storia. Il caso Enzo Tortora, l’uccisione del bandito Giuliano,la fine di Aldo Moro. Troppo facile saltare addosso a chi inciampato che denota purtroppo una mancanza di senso politico, un vuoto. Una evidente debolezza per il il desiderio di riscossa senza una  vera proposta  al programma di Governo. Il Presidente Conte continua la sua marcia impassibile come se nulla fosse accaduto, considerando l’episodio Salvini per il suo ruolo di segretario di partito.Un gesto di rabbia repressa ci può stare, tenendo conto dei margini aperti insoluti e lasciati alla storia.Misteri. Sono le novità che disorientano,il lavoro, le pensioni, la sicurezza per i disocccupati da sembrare sogni più che progetti. Società storiche che riprendono a  respirare, indicazione di date precise come inizio di una rivoluzione sociale che fanno riflettere.All’Economia non c’è un geometra: un economista attento che cita le fonti dove attingere per risolvere. Prima di crocifiggere sarebbe opportuno pensare che non si tratta di mostri ma di persone che possono sbagliare, come la storia ci insegna che sbagliano tutti.Per lo meno sono politici molto attenti alla gente di strada…che lavora,verifica , confronta e vota. Questo modo di vecdere le cose non è populismo..è solo rispetto e attenzione per chi lavora e decide:molto importante la relazione , strada Governo: E’così importante da distruggere le buone intenzioni degli elettori del mio partito. Il PD.Dovrebbe far pensare, invece si continua a sparare. Mi spiace scrivere queste cose dopo due giorni di vera vacanza in mare e per terra.Sono felice quando vedo sorridere…Enea  un bambino di quasi due anni…ballare Sulla Bella Rimini due sere fa..ieri sera mia figlia Gloria mi ha invitato alla Posada di Rimini.. e di fronte a noi , sotto una pioggia scrosciante..c’era ancora il piccolo Enea  con i genitori e li ho salutati da stupire mia figlia che  ha scritto alla family che il babbo la manda..ristoranti ed apericena. Non sapevo neppure che esistesse l’apericena..prima che mio nipote partisse per le Americhe…nell’apericena del Grattacielo…sono un cronista di strada..mi piace leggere..il libro più difficile da interpretare..il cuore di chi ha sofferto..per vederlo sorridere…ovviamente se il mio Dio mi presta gli occhiali rosa da poterlo leggere e trasformare in energia..LA vita che scorre è energia..con il tempo che corre..e si ferma sempre.. quando converso o telefono… è il mio punto debole..un  pensiero di energia purissima pari ad un  anno un battito d’ali. Scusatemi.  Non mi son fatto da solo.Andiamo avanti.       Fiorello Paci

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>