Dal logorio al terrore…di coppia:problema da risolvere all’insorgenza.

Prima che diventi malattia difficilissima da curare, senza l’aiuto di farmaci o di uno psicoterapeuta molto attento e soprattutto innamorato dello spirito familiare. Quando tra due la vita diventa impossibile è il momento di riflettere, di fermarsi cercando di eliminare la cause di attrito, gli spigoli più appariscenti. Qualora sfuggissero non bisogna fermarsi e occorre aprirsi serenamente facendo appello alla sincerità e all’amore dei figli fino ad arrivare a scorgere i motivi che hanno provocato i primi contrasti : qualora non venissero fuori  il letto da la sensazione di allontanarli ma non li risolve. Invece è proprio l’ora di staccare per trovare la soluzione e i figli sono i migliori strumenti per conoscere le cause del logorio. A loro non sfugge nulla e rattristandosi sicuramente danno una prova del loro disagio: quando non riescono più a scorgere nei genitori l’amore di coppia. Una didattica silenziosa di sorrisi e di abbracci e di complimenti reciproci che fanno crescere nei figli il bisogno di stare insieme socializzando con gli altri.I primi innamoramenti non saranno vie di fuga dalla famiglia ma riflessi di luce dei genitori da immaginare un bel matrimonio come il loro. Un bel risultato di amore di coppia. Se nei figli si notano  cambiamenti improvvisi di umore la prima cosa da esaminare  è il rapporto di coppia. Sotto l’aspetto educativo l’amore di coppia il più importante.Domenica prossima sarà Pentecoste nella liturgia della Chiesa cattolica a memoria della discesa dello Spirito Santo sugli Apostoli. Senza la presenza di questo motore non è possibile tenere in piedi una famiglia:un ‘energia di vita che porta la pace le gioia tra tutti componenti per un cammino ricco di frutti e soddisfazioni.Ho scelto questo tema dopo una conversazione con una giovane laureata in lettere  moderne e madre di un bambino: avverto i problemi di una persona, dei giovani soprattutto e non avrei mai immaginato che mi dicesse. “Non è che odio il senso di coppia, ma ne ho proprio il terrore.”Ieri ho fatto una visita a Pratieghi e mi chiedevo cosa cosa avrei potuto fare per gli altri in quell’oasi del silenzio: sarebbe un sogno trasformarne uno in centro di formazione per il recupero dei valori scomparsi. Casa speranza per l’amore di coppia: non lo dico ai lettori, li informo. Lo chiedo allo Spirito Santo . Fiorello Paci

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>