Consulenze PACI privacy…un invito ai giovani laureati…CI SI PUO’FARE…BISOGNA CREDERCI…49 ANNI !

NON è facile per un papà giornalista parlare serenamente dei figli ma lo farò per Gloria, scarica nido della nidiata Paci. La più piccola, la più tignosa. Un articolo inusuale raccontare la storia di una ragazza che si sarebbe fermata alla licenza media poco propensa per lo studio, molto versatile però per la luce e l’aria aperta.Lo scautismo e il giornalismo i suoi sentieri percorsi dopo la laurea in Scienze Politiche all’Alma Mater di Bologna, la mitica Bolo per gli studenti universitari. Ho sottolineato subito lo scarso amore per lo studio in contrasto con le continue pressioni della mamma  con i  pomeriggi trascorsi insieme ai compiti a casa. Un doposcuola per tutti e cinque fino al diploma:  Daniele il più grande ha resistito fino alla seconda media. Ha  preferito studiare nel pomeriggio con un gruppo di amici in ambienti vicini al pensiero religioso. Fino all’ingresso delle superiori con una scelta precisa con la scoperta di nuovi valori come il mercato e l’economia.La ricerca di soluzioni con un passaggio obbligatorio di mettere il naso sulla politica con poche possibilità di confronti.Daniele si è trovato in una storica sezione di ragioneria con docenti entusiasti del marxismo compreso l’insegnante di religione. Cinque anni con un diploma di 60 sessantesimi e un entusiasmo  sconfinato per la giustizia sociale.Non trovo altre parole per lui al di fuori di GIUSTO: iustus ut palma florebit. Gloria è riuscita a coglierne il fascino riuscendo a superare tutti gli ostacoli fino alla laurea e dopo.Non posso proprio per amore di giustizia non ricordare però che tutta la famiglia ha trovato l’energia per non arrendersi mai in una malattia per  la guarigione di Daniele.Un  cambio di rotta per l’incontro con Cristo sulle tracce della conversione di Paolo di Tarso sulla via di Damasco.Sette in una barca in mezzo ai marosi non avremmo mai potuto  raggiungere il porto senza l’aiuto di Cristo. Lo scoglio più difficile da superare le malattie a sorpresa: superate. Il lavoro l’ostacolo più problematico da superare per la precarietà dei concorsi: Cristiano, un altro Bolo in Legge,attento e preparato ne ha vinti tre dopo il ritorno dei concorsi alla normalità.Daniele in Magistratura su 5000 è arrivato nei primi 15 con l’opportunità di scegliere il posto di lavoro che lo ha portato a Rimini per un altro vincitore che ha preferito una sede  più vicina alla famiglia. Gloria si è gettata con entusiasmo nel giornalismo imponendosi con pagine sue nei tre quotidiani dove ha lavorato per quattro anni In attesa sempre di passarec al professionismo che a Rimini è un sogno. Era bravissima e la leggevo con entusiasmo e orgoglio. Una sera mi ha detto: ” Babbo non te la prendere voglio fare qualcosa di mio che mi possa rimanere:con mia moglie siamo scesi da Pratieghi sotto un caldo torrido e insieme  abbiam preso i mobili  per arredarle l’ufficio nel supermercato d Savignano mare. Eravamo felici nonostante gli acciacchi di Grazia.Oggi Gloria Maria con le sue pubblicazioni e uno studio efficente dal quale scrivo queste note è riuscita a imporsi e ha un suo mercato grazie  al coraggio, la costanza, il sacrificio e l’abnegazione e la preparazione. Del suo lavoro non esce una virgola con una riservatezza pari alla sua energia di lavorare anche 12 ore al giorno… e lo scarica nido domani compie 49…mi sembra che siano passati 10 minuti..quando l’amico prof. Gasperoni mi chiamava dalla scuola privata Dante Alighieri…Fiorello vieni a prenderla…non ci vuol  stare…vestita come un figurino avevamo tentato di farle  fare la primina per non perdere un anno..in questo momento sta concludendo un master a Bolo…domani sera festa a Viserba nella casa di una gemella ..Rosella e ci sarà Fiorella…Beatrice nipote preferita di mia moglie sta lavorando qui dalla zia…non posso che essere contento…da ringraziare Dio per le soddisfazione di poter scrivere ai giovani..non arrendetevi…fiducia e speranza vi porteranno dove vi porta il cuore e il sacrificio…           

Fiorello Paci                                                                

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>