CHE MERAVIGLIA SETTEMBRE PAUSA RIPOSO DEL CREATO

Puntuale come ogni anno ritorna il mese di riposo del creato, nel mondo del verde accarezzato dal vento per le prime foglie gialle stanche di ombreggiare e lasciando al sole la possibilità di riscaldarle per dare agli insetti una casa da ripararli dalle prime piogge Importantissime per  preparare i terreni alle seminagioni. Settembre allarga le braccia alle piante da frutto per dare la possibilità anche ai bambini di raccoglierle dall’albero gioioso di una ricchezza maturata con  l’amore e la fatica dell’agricoltore e  il lavoro instancabile del sole e la rugiada notturna. Una destinazione per gli scolari e  le  merendine dell’allegro cestino dei grembiuli bianchi azzurri nella “scuolina”. Più che una scuola una sala prove di confronto tra le famiglie per lo stile di vita e la formazione ricevuta tra le quattro mura da bambini. Il grano in questo mese riposa nei silos in attesa del trasferimento tra le macine di pietra o di dormire tra zolle per sua la trasformazione.Pane di sostentamento per tutti o carne per Chi scende dal Cielo. L’uva splende nelle sue vetrine nascosta da artistici verdi siparietti accuratamente  ricamati per distrarre gli uccelli o ingannare gli storni  ghiotti predatori.Le foglie a banda larga. Le cantine riassettate accolgono la padrona e signora delle botti  per il tirocinio torchiatura.Torna regina nelle mense per l’applauso dei poveri, incurante invece dei giudizi dei ricchi.Settembre il mese di programmi ideale per la ripresa dei progetti interrotti dai crogiuoli estivi e di ritorno nel mese della creatività della mente. Settembre preferito dal creato per la pausa riposo. Il calo di luce fa risaltare le ombre scomparse con il pieno del sole e giganteggia civettando la luna all’apparir del sole. Il cielo si riempie spesso di rosso da incendiare l’azzurro per illuminare il Cielo.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>