Arco in danza con uno spettacolo propiziatorio all’Ipermercato…un successo

C’era solo da sperarlo che uno spettacolo all’Iperme rcato Malatesta in questi giorni,prima della corsa all’acquisto di Natale potesse dare un discreto risultato, invece ha vinto ancora la speranza. Un bel successo delle Scuole riminesi della danza a conferma dell’amore per il ballo della gente di Romagna.Sembrava un  sogno di mezza estate ascoltare al Malatesta la voce modulata della presentatrice Marzia Canini mentre ricordava i nomi delle scuole  con gli artisti che invece di danzare davano l’idea che volassero,planando sulla pista, lasciando all’immaginazione  da dove sbucassero. Un pomeriggio per rallegrare la gente in arrivo e quelli di passaggio e per restituire  al Malatesta l’onore delle armi di primo supermercato di eccellenza sulla riviera di Romagna.Quando acquistare era una festa e  dimostrazione della capacità italiana. La riviera romagnola l’america italiana prima che venisse frenata dalla nuova distribuzione globalizzata.La presenza di Arco in danza quasi un rito propiziatorio per ritrovare la festa dell’acquisto, che tra l’altro dimostra ancora la festa del risparmio e la gioia del prodotto.Le scuole riminesi della danza avranno  ancora la possibilità di esibirsi il 17  e 24 Novembre pronte per accendere la speranza allo storico Ipermercato che ha ha dato il via ad un nuovo modo della distribuzione  con la possibilità di scegliere comodamente e con qualsiasi tempo di tutto e di più al giusto prezzo. Queste  giornate sono anche una prova che con la buona volontà si può fare ancora molto.Complimenti e coraggio Cristiano Paci …la bandiera della danza non deve essere ammainata. Un abbraccio da papà.  Fiorello Paci

…agli artisti e agli insegnanti delle scuole riminesi…resistete. Siete i migliori.

 

 

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>