28 Ottobre ex marcia su Roma ho scoperto di essere un distributore di energia positiva

Il più bel dono di Dio che possa elargire degnamente o no  ad una creatura…una conferma che spiega  tutto il bello che mi circonda: dalle persone alle cose e animali e ad ogni essere vivente. Ma  solo tre l’avevano capito per affidarmi responsabilità oltre i miei limiti e solo una mi ha detto…”tu sei uno che va preso a piccole dosi”.Mi ha capito e sarà lei a seguire un  cammino appena cominciato,se avrà voglia .Sono progetti per il bene altrui: il primo in assoluto il gran bisogno di pace,da realizzarsi sulle tracce lasciate nel dettaglio dal profeta Isaia. Degli altri, a sostegno del primo, silenzio assoluto. Almeno fino alla partenza velati da una coltre impenetrabile per sottrarli alla ferocità del lupo sempre in agguato.Prima che nascano pari ai i 50 milioni di bambini sbranati nella culla della pancia,come se fosse l’uomo il padrone della vita, bella o brutta. Precaria la vita sulla terra rispetto allla Vita eterna.Ma non siamo noi che possiamo disporre della vita o della morte se non siamo in grado di creare un unghia…figurarsi un corpo che fa impazzire gli studenti di medicina affrontando anatomia. Non consideriamo la patologica talmente sconfinata  che in due  giorni il rimedio può diventare veleno il giorno successivo: se poi dovessimo aggiungere l’arremmbaggio antibiotico rischiamo veramente di finire in manicomio. Gli antibiotici come la catena di sant’Antonio per un passaggio continuo  da l’uno all’altro per allontanare il peggio ma non da sradicarlo.Prova del  nove dei nostri limiti e conferma del nostro precariato rispetto alla perfezione dell’Altissimo Signore.  Prima che si faccia tardi o troppo lunga veniamo al dunque: la mia ebergia.Un dovere da parte mia da dare a Cesare quel che è di Cesare e a Dio Alitissimo ciò che è solo suo.Lo ripeto sempre she sono un povero strumento tra le sue mani. Lui il mio vasaio: sempre a rischio di andare in frantumi se non avessi un angelo senza ali che continua a punzecchiarmi arrivando spesso ai limiti dell’opinabile.Per dimostrare la mia energia debbo sempre ripetere le cose che ho fatto, realizzato,che avrebbero richiesto diverse lauree con specializzazione. Cito le lauree, e solo agli esperti elencherò le realizzazioni, una ad una per non ubriacarli o innervosirli.  Gli esperti si innervosiscono quando si vedono sorpassati da poveri tapini.Il motivo per cui ci troviamo in fondo al baratro di tutti poteri: non hanno mai preso come modello il Cristo per la scelta dei suoi apostoli.  Quei tapini però sono i colossi della Chiesa.Proprio oggi Luca evangelista racconta la scelta fatta dal Cristo dopo una notte passata a pregare in montagna. Pregare ecco il gran rimedio della mia energia.Le lauree: scienze della didattica.4 anni ti tirocinio salesiana e una lezione privata in Piazza santi Apostoli a Roma Settembre 1955  ascoltata  di soppiatto da quattro direttori del Ministero della Pubblica Istruzione: sorpresi e meravigliati che non fossi in Cattedra.Hanno fatto il diavolo a quattro per castigare Presidi e Provveditore ritenendo che fossi sotto sanzioni.Quando hanno capito che non avevo il titolo accademico volevano affidarmi la direzione della scuola privata più importante di Roma.Ero già sotto contratto con l’Istituto Romano san Michele che loro conoscevano bene. Altra laurea in Scienza della comunicazione per aver  fatto partire Due Grandi fonti di Economie della Riviera di Romagna  senza teener conto di giornali radio e televisioni. Una laurea per medicina valorizzando la capacità quantitativa dell’elettrostimolazione. recentemente due miei cari amici sono stati in grado di misurare la mia energia positiva valutabili in Amstrong..( non so se sia grafologicamente esatto )…sono 120.000.Da caricare di schegge energetiche tutta Rimini: il loro giudizio. Potrei andare avanti. Mi fermo qui. Debbo stare attento dove metto i piedi..ma debbono stare attenti anche quelli che me li pestano.Il positivo non mi consente di incavolarmi: sonotroppo innamorato dell’amore di Dio.L’immagine più bella di questo amore è proprio la donna.Il motivo per cui mi cercano: ed è normale. Non ho ancora le ali come i cari che abbiamo nel cuore…da ricordare tra pochi giorni visivamente dove riposano le quattro ossa. Fiorello Paci

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>