24 Maggio grazie a Maria Ausiliatrice IL VELIERO sta navigando ancora…V°anno

Un grazie di cuore ai miei quattro lettori per la loro fedeltà e attaccamento ad una barca a vento…controcorrente e controvento…alla ricerca dell’onda lunga  da non perdere di vista il bello ed il buono che si nascondono ma non si confondono nel mare di plastica…una grossa minaccia  per trasformare lo splendore di Dio in un grande mar morto…capolavoro dell’uomo arrivato ai limiti tra la naturalezza e l’artificiale. Una livella che toglie di mezzo i paradisi della ricchezza che sta cercando su Marte e sulla Luna una salvezza  per scappare dall’era della plastica.Quattrocentomila dollari per una crocera alla ricerca di terreni fabbricabili…miniera dei nuovi ricchi stampati dalla guerra. Voglio rimanere fedele al mio giornale pur non disdegnando i progressi dell’uomo sbucati fuori dalla nuova scienza della plastica…madame informatica. Vogliamo vedere insieme di scoprire un raggio di luce che ci permetta di vedere chiaro in questo momento dal predominio del buio. il sole vince sempre ma ci sfuggono i suoi infrarossi per illuminare le tonnellate di plastica  che stanno lastricando i fondali marini, ma in un messaggio di Cristo si scopre l’aggancio per la pulizia dei mari. Gesù in prossimitità del mar di galilea si esprime forte e chiaro sul motore che risolve qualsiasi situazione…i discepoli incuriositi e stupiti per i suoi miracoli aspettavano solo che parlasse…quando si erano lamentati per i loro limiti…l’incapacità di risolvere certi problemi…si strinsero in cerchio intorno al Maestro…e quando capì che erano attenti tutti, Giuda  compreso indicò loro il gelso a pochi passi da loro ed abbassando il tono di voce guardando  il mare e i loro occhi…disse chiaro..” se voi aveste  tanta fede quanto un granellino di senape potreste dire a quel gelso..Va a radicarti in mare e quello va…Non vorrei apparire un fideista come soluzione di qualsiasi problema…mi ha sempre risposto quando ho chiesto…e quando non ho ottenuto mi ha  anche dimostrato un altro aspetto che sfugge e sul momento sembra un rifiuto e  addolora tanto…ma subito dopo splende la volontà di Dio…l’ho sperimentato per la scomparsa di mio padre e per la morte di mia moglie…ho visto la luce…siamo figli di un papà buono e premuroso…ma siamo  stati anche tanto stupidi da farci seppellire in un mare di plastica…deleghiamo tutto…dobbiamo avere più attenzione e amare un tantino di più noi stessi per capire meglio il bisogno degli altri..affidiamoci a Maria Ausiliatrice…aiutiamo la nostra mente a scoprire la fede…un dono del santo Spirito. Vogliamoci bene attingendo all’amore di Cristo Gesù.    Fiorello Paci

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>